Ita Eng Fra

Ambrogio Italia - Stare bene scoprendo la natura

Diventa rivenditore
Menu Acquista online
Catambra – La pianta antizanzare Ginpent Stevia Giardini a costo zero Goji Bacche Goji Moringa Neem Il giardino della salute Acquista online Contatti Chi siamo News Diventa rivenditore

Goji

In breve

Proprietà
Frutti ricchi di vitamine, minerali e sostanze benefiche. Antiossidanti, protettivi e immunostimolanti. Allontana il pericolo di degenerazione maculare.

Utilizzo
Mangiare 30/40 g al giorno di bacche o cucinare con altri alimenti a piacere.

Coltivazione
In giardino o in vaso, ad arbusto alto circa 2 m, in tutta Italia, resiste al gelo, al sole o mezz'ombra. Bagnare bene in estate, quando la terra è asciutta. Concimare in primavera, estate e autunno. Potare solo per sfoltire i rami.

Caratteristiche

Asia

Nome comune: Goji

Nome botanico: Lycium Barbarum L.

Famiglia: Solonaceae

Tutti lo cercano, tutti lo vogliono, per sperimentare le strabilianti e accertate proprietà delle sue bacche. Si tratta del Goji o "albero della giovinezza", che, come asserisce il nome, promette una perfetta forma semplicemnte consumandone con regolarità i suoi delizioni frutti ("goji-berry"). Lo dimostrano le popolazioni himalayane, mongole, tibetane, cinesi e giapponesi, notoriamente longeve, che lo coltivano da secoli proprio per le bacche, vera "panacea" della medicina tradizionale cinese e orientale in genere.

Se nelle zone d'origine molti sono i Goji sia spontanei sia coltivati, e altrettante le varità, è acclarato che l'unica specie avente le virtù soprà esposte è Lycium barbarum L.

Questa Solanacea, parente di patate e pomodori, originaria del Tibet, Mongolia e Cina del Nord, forma un arbusto legnoso, spinoso e ramificato, alto oltre 3 m e largo circa 1,5 m, caducifoglio in inverno ma resistente alle basse temperature (viene coltivato all'aperto, in piena terra, perfino in Alto Adige!).

La crescita rapida: anche 2 m in una sola stagione. Le foglie sono lanceolate, lunghe fino a 9 cm, alterne, glabre, verde bottiglia, a margine intero, consistenza semisucculenta e fragile al tempo stesso.

La fioritura avviene da giugno a settembre: i fiori, autofertili, si formano all'apice dei rametti dell'anno portati dai rami dell'anno precedente; man mano che si formano, e che inizia la formazione dei frutti, i rametti si appesantiscono e s'incurvano. Le corolle sono di forma campanulata e hanno cinque petali uniti, di colore lavanda inizialmente e poi lilla pallido.

La maturazione dele bacche è scalare, da agosto a ottobre a seconda della zona di coltivazione. I frutti hanno forma elissoidali e sono di color arancione carico. Contengono molti piccolissimi semi. La raccolta è manuale e viene effettuata in vari passaggi. La produzione può cominciare già al secondo anno e raggiunge il massimo già al terzo-quarto anno.

In Italia alcuni tra i migliori vivaisti, fra cui Giovanni Ambrogio, da qualche anno stanno selezionando varietà di Goji specificamente adatte al clima del nostro Paese, che offrono garanzie di purezza riguardo alla specie di partenza (L. Barbarum, e non altre specie) e all'adattabilità ai nostri ambienti.

Infatti, molti commercianti disonesti spacciano per il vero "elisir di giovinezza" (L. Barbarum) un parente stretto, Lycium chinense, che peraltro viene ampiamente coltivato nel Sud della Cina, ma i cui frutti hanno un valore più basso rispetto al vero Goji.

Goji

Come coltivarla

Lycium Barbarum è una pianta rustica e poco esigente: sopporta il gelo (fino a -20° C). Preferisce posizioni in pieno sole, tranne che se vive in vaso. Gradisce terreni basici o neutri. comunque sempre con un perfetto drenaggio (non tollera ristagni idrici). Soprattutto nei primi anni di vita va irrigato con regolarità nei periodi caldi, sempre attendendo che il substrato si sia ben asciugato, in modo da garantire una veloce e abbondante entrata in produzione dei frutti. In seguito l'apparato radicale sarà sufficientemente sviluppato da autoapprovigionarsi in profondità, anche nelle estati più aride. Si concima con un prodotto organico, come lo stallatico pellettato, in autunno, e con uno granulare NPK (ternario bilanciato) a lenta cessione in aprile e in luglio.

Le piante si mettono a dimora in autunno o in marzo (se sono in vaso) e sono coltivabili sia in piena terra sia in contenitore: il vaso deve essere di dimensioni adeguate (24 cm di diametro per pianta alta 40 cm) alla crescita dell'arbusto.

Per una buona e veloce riuscita è bene avvalersi di piantine da vivaio piuttosto che partire da seme che, com'è noto, non necessariamente mantiene le caratterisitche della pianta madre.

(Elena Tibiletti)

Bacche di Goji

Questi preziosi frutti, accanto a carboidrati, proteine, grassi e fibra alimentare, sfoggiano 18 amminoacidi tra essenziali e non, 11 minerali fondamentali fra cui potassio e selenio in abbondanza e altri 10 in tracce, vitamine essenziali tra cui la C in quantità 40 volte più dell'arancia e quasi il doppio del kiwi, polisaccaridi e monosaccaridi, acidi grassi insaturi fra cui gli essenziali acido linoleico e alfa-linoleico, betasitosterolo e altri fitosteroli, caroteinoidi, flavonoidi, polifenoli, betaina e altro ancora.

Questi cocktail di componenti fondamentali per il benessere degli organismi animali svolge una benefica azione antiossidante, cioè di efficace contrasto della produzione di radicali liberi, responsabili dei fenomeni degenerativi di invecchiamento delle cellule e dei tessuti. Il cocktail esplica anche un'efficace attività adattogena (cioè interviene là dove l'organismo ha bisogno di aiuto), protettiva e immunostimolante.

Il Goji è inoltre prezioso per la salute della vista e della pelle, grazie ai carotenoidi, fra i quali la luteina e zeaxantina allontanano il pericolo di degenerazione maculare e glaucoma, mentre il betacarotene previene l'invecchiamento cutaneo precoce.

Infine gli acidi grassi essenziali mantengono in buona salute il sistema cardiocircolatorio, i favonoidi fungono da "spazzini" del colesterolo LDL e abbassano la glicemia.

E con un indice glicemico di 28, le bacche sono ampiamente consetite ai diabetici e con circa 330 kcal per 100 g saziano convientemente l'appetito degli obesi.

(Elena Tibiletti)

Ecco alcuni dei maggiori benefici che apporta:

  • Proprietà antinvecchiamento
  • Stimola le difese naturali dell'organismo
  • Proprietà antinfiammatorie
  • Abbassa la pressione arteriosa
  • Abbassa il tasso di colesterolo nel sangue
  • Migliora l'assimilazione del calcio
  • Alleggerisce il fegato
  • Utile nei casi di stanchezza, debolezza immunitaria di ipertensione, infezioni urinarie, di colesterolo in eccesso, previene disturbi oculari.

Acquista online


Pianta Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm 60/80

Pianta Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm 60/80

Pianta di Goji di medie dimensioni. Nel periodo invernale la pianta si presenta priva di foglie. Vedi i dettagli

Acquista
3 piante di Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm. 60/80 + 1 pianta di Goji h. cm. 60/80 in omaggio
€ 35.00
Acquista
6 piante di Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm. 60/80 + 1 pianta di Goji h. cm. 60/80 in omaggio
€ 63.00
Pianta Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm 80/100

Pianta Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm 80/100

Pianta di Goji di medie dimensioni. Nel periodo invernale la pianta si presenta priva di foglie. Vedi i dettagli

Acquista
3 piante di Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm 80/100 + 1 pianta di Goji h. cm 80/100 in omaggio
€ 40.00
Acquista
6 piante di Goji in vaso rotondo litri 1.50 - h. cm 80/100 + 1 pianta di Goji h. cm 80/100 in omaggio
€ 72.00