Nandina Domestica

È un arbusto eretto sempreverde alto fino a 2 m che forma numerosi rami a partire dalla base.
I frutti sono bacche rosso brillante di 5-10 mm di diametro che maturano nel tardo autunno e generalmente persistono per tutto l’inverno.

L’immagine del prodotto è puramente indicativa e ha lo scopo di rappresentare il prodotto.

OTTIMIZZA LE SPESE DI SPEDIZIONE
Per questo prodotto puoi scegliere tra due misure:

h. 30/40 cm- Vaso Ø 18 cm    h. 140 cm- Vaso Ø 45 cm  
  • 1 Pianta = €. 9,20
  • Piante = €. 27,60
  • 5 Piante = €. 46,00
  • 10 Piante = €. 92,00
  • 1 Pianta = €. 45,00 
  • Piante = €. 90,00
  • Piante = €. 135,00
Svuota

Descrizione

Nandina Domestica

Piante ornamentale

Fonte: Wikipedia

La Nandina domestica, detta semplicemente Nandina o anche Bambù sacro, è l’unica pianta del genere Nandina, appartenente alla famiglia delle Berberidaceae. È una specie originaria della parte est del continente asiatico, dove la si ritrova dall’Himalaya fino al Giappone.

Descrizione

È un arbusto eretto sempreverde alto fino a 2 m che forma numerosi rami a partire dalla base. Le foglie sono lucide e possono essere decidue in zone in cui l’inverno è particolarmente freddo. Esse sono composte, imparipennate e lunghe dai 50 ai 100 cm, bi e tripennate, individualmente lunghe dai 4 agli 11 cm e larghe da 1,5 cm a 3 cm. Le giovani foglie sono di un colore che va dal rosa pallido al rosso, prima di diventare verdi; quelle vecchie da verdi diventano rosse o viola e poi cadono. I fiori sono bianchi e appaiono ad inizio estate raggruppati su di un’infiorescenza. I frutti sono bacche rosso brillante di 5-10 mm di diametro che maturano nel tardo autunno e generalmente persistono per tutto l’inverno.

Storia e coltivazione

Coltivata in Cina e Giappone per secoli, è stata importata nei giardini occidentali da William Kerr, che la portò a Londra dopo la sua prima spedizione nel Guangdong, nel 1804[4]. Gli inglesi, insicuri sulla resistenza della pianta al freddo, tenevano la pianta in serra inizialmente. Il nome scientifico le è stato assegnato da Carl Peter Thunberg ed è la versione latinizzata del nome giapponese della pianta, nan-ten[5]. La Nandina è largamente coltivata nei giardini come pianta ornamentale. Più di 65 cultivar sono state prodotte in Giappone, dove la specie è particolarmente popolare e dove esiste una società nazionale dedicata alla pianta.

La Nandina è un arbusto rustico, che tollera bene il freddo invernale. Cresce bene in posizione ombreggiata o soleggiata, anche se in carenza di luce tende a non fiorire e le foglie si colorano di verde scuro. Si sviluppa praticamente in qualsiasi terreno, purché ben drenato. Tollera bene la siccità e non richiede particolari cure né potature importanti[6].

Minimum 4 characters
0
Tuo Carrello